Il dizionario comparato

Il Dizionario comparato Cimbro-italiano, Italiano-Cimbro/Tauć-Belisch, Belisch-Tauć, 420 pagine e circa tremila lemmi, è stato curato da Adriana Bulgarelli, ma, come riconosce la stessa autrice nella dedica, a monte c’è l’intuizione e il lavoro preparatorio di Renzo Dal Bosco, parlante cimbro, e di Giovanni Molinari, allora responsabile dell’Associazione Cimbri della Lessinia. L’opera, che ha avuto una gestazione di alcuni anni, si avvale delle presentazioni di Stefano Valdegamberi, Piero Piazzola e Giovanni Rapelli.

I disegni inseriti nel testo sono di Marzio Miliani e il lavoro di coordinamento redazionale è di Aldo Ridolfi; la revisione finale ha visto impegnati diversi membri dell’Associazione Cimbri della Lessinia. Graficamente il volume si presenta diviso in due parti: dal cimbro all’italiano la prima, dall’italiano al cimbro la seconda. Inoltre, sempre dal punto di vista grafico, il dizionario presenta sinotticamente accostate in un’unica pagina, sei epoche del cimbro tredicicomunigiano: Marco Pezzo (1763), i fratelli F. e C. Cipolla (1883-84), Pietro Mercante (1936), Monsignor Giuseppe Cappelletti (1956), Giovanni Rapelli (1983) e Renzo Dal Bosco (2004): due secoli e mezzo di parlata cimbra!

Il certosino lavoro dell’autrice Adriana Bulgarelli è consistito nel vagliare i dizionari degli autori citati, nell’individuare tutti i lemmi comuni e non comuni ai diversi autori, nel fornire la traduzione e la categoria grammaticale e accostando, ove ritenuto opportuno, anche delle frasi ad illustrare l’uso concreto del lemma.

Ecco come si presenta, a titolo esemplificativo, un lemma nella prima parte del Dizionario:
Hàmar / martello / sm.; pl. hemar / maure-hamar martello da muratore / stamme / hammar / hamar / hàmar / hamar.
A.R.
 

 
 

Notizie RSS

23 giugno: FESTA DEL FUOCO

Si rinnova ogni anno a Giazza la FESTA DEL FUOCO. APPUNTAMENTO IN PIAZZA DI GIAZZA PER LE ORE 21.00.dalle ore 19.30 da Selva partirà un bus navetta per raggiungere il paese di Giazza. La festa, come sempre culminerà con l'accensione dei tredici falò che simbolizzano gli antichi XIII comuni cimbri della Lessinia. Un appuntamento da non perdere assolutamente!!!

Per info: 340 1926309

03/06/2017

Terragnolo cimbra

Sabato e domenica scorsi siamo stati a Terragnolo, in terra trentina. L'occasione è stata importante per l ricostruzione della storia cimbra del paese. Un importante convegno ha messo a fuoco la storia, la culltura, la lingua cimbra di questo paese, i suoi "roncadori" gli svegratori della valle di Terragnolo.

Erano presenti oltre a noi cimbri dei XIII comuni anche i fratelli dei VII comuni vicentini e di Luserna. L'incontro culturale è stato presieduto dal prof. Annibale Salsa.

Domenica scorsa, la S.Messa è stata animata da due corali e dalla presenza in costume dei cimbri di Terragnolo, della valle del Leno e dei trombini di San Bortolo delle montagne.

Che dire? Proprio una bella occasione per rinverdire la conoscenza e l'identità del Comune di Terragnolo. Un grazie sincero al Sindaco Lorenzo Galletti e a Maurizio Stedile per la calorosa accoglienza.  

03/06/2017

La scomparsa di Franco Gandini

Un malore mentre camminava sul Carega, ha stroncato la vita del geologo Franco Gandini. E' successo ieri verso mezzogiorno. L'elicottero di Verona Emergenza subito chiamato non ha potuto che constatare il decesso. Gandini era stato insegnante di matematica per tanti anni alle medie di Roveré ma era conosciuto maggiormente per le sue ricerche di geologo. Le sue teorie spesso osteggiate, alla fine avevano prevalso e i suoi studi ed affermazioni sono stati un grande omaggio alla Lessinia, alla sua amata Terra. Il Curatorium Cimbricum lo ricorda con tanto affetto.

03/06/2017

ASSEMBLEA DELLE ISOLE LINGUISTICHE GERMANICHE A PALU' DEL FERSINAA

Da venerdì 26 a domenica 28 maggio 2017 in valle dei Mocheni a Palù del Fersina si svolgerà l'annuale assemblea del comitato delle Isole linguistiche germaniche storiche delle Alpi.

Oltre ad approvare il bilancio di un anno trascorso, il convegno è un'occasione ghiotta per affrontare le problematiche delle lingue meno diffuse (ma non meno importanti) E PROGETTARE STRATEGIE COMUNI DI SOPRAVVIVENZA delle comunità alpine, con richieste, attività e proposte. Sono stati invitati gli assessori regionali delle regioni alpine per un  confronto sulla legge 482.

Vm 

21/05/2017